2 APRILE 2020 - L'AUTISMO E LA SFIDA DEL CORONAVIRUS 

Il 2 Aprile, Giornata mondiale indetta dall’ONU per promuovere la consapevolezza dell’Autismo, quest’anno sarà ricordata per essere la prima di una nuova era. Ebbene si, il 2020 o meglio il COVID19 stabilisce il punto di separazione fra un prima e un dopo.   
Il prima: è stato un anno impegnativo, ricco di iniziative e con tante energie per l'organizzazione della migliore Offerta di Servizi possibile. Fedeli all’impegno di mettere sempre “la famiglia al centro” abbiamo avviato il 12 esimo  corso di formazione teorico/pratici per genitori, familiari, amici, operatori, insegnanti, volontari …. di primo e secondo livello; lanciato il progetto “SOS quotidianità”, potenziato i laboratori di minicatering e del mosaico; rimodulato il percorso delle autonomie, potenziata la proposta dei “Sabati Insieme”. Essere attenti alle famiglie significa anche creare collegamenti con le agenzie educative a cui la famiglia si riferisce; per questo si sono consolidati i rapporti e le collaborazioni con i servizi territoriali, con le scuole, con i professionisti, con le aziende e con altre associazioni. Il tutto si traduce nel nostro modello di presa in carico,  supporto, supervisione e impostazione del Progetto di Vita per i Nostri Ragazzi e le loro famiglie. L’associazione è cresciuta, siamo diventati tanti e sentiamo molto la responsabilità di mantener alti i livelli di qualità delle proposte; per questo motivo l’Associazione si è dotata di un Comitato Scientifico composto da alcuni fra i migliori professionisti  presenti sul territorio nazionale, esperti di Autismo e coordinato dalla nostra direttrice Alessandra Ballaré che ha il compito di supervisionare le attività che sono erogate dalla nostra Equipe.
Il dopo: …non sappiamo ancora come evolverà la situazione, ma di certo potete contare sul fatto che  l'Equipe di Cascina S. Vincenzo ci tiene a continuare a dare tutto il supporto possibile.  Sotto questo aspetto Cascina S.Vincenzo rimane sempre aperta. Se prima in qualsiasi momento chiunque poteva trovare qualcuno che lo ascoltasse, siano essi operatori oppure le famiglie che vivono in cascina,  ora, in attesa che tutto questo possa essere ancora possibile, ci siamo organizzati per offrire i nostri servizi sfruttando le opportunità offerte dalle nuove tecnologie… ”terapie a distanza”, supporto alle famiglie… tutto tramite Internet.  Prima o poi questa situazione di emergenza finirà e riprenderemo progressivamente a vederci di persona. Faremo tesoro dell’esperienza  maturata in questo periodo e, qualcosa cambierà per essere sempre più vicini a voi. 
Il futuro: questa pandemia rischia di alimentare le preoccupazioni che ogni famiglia sperimenta quando pensa  al futuro, lo diciamo per esperienza… Non è tempo di scoraggiamento, non ce lo possiamo permettere. È per questo che nonostante tutto stiamo pensando al futuro, a piccoli passi. I nostri ragazzi stanno crescendo e già i più grandi stanno per uscire dal percorso scolastico così importante per loro. In questi anni abbiamo sperimentato dei percorsi per insegnare loro le regole del lavoro; i risultati sono promettenti ma ora dobbiamo strutturare meglio questa iniziativa. Abbiamo bisogno di nuovi spazi e per questo motivo che chiediamo la collaborazione di tutti voi per rendere possibile questo obiettivo (nelle prossime settimane vi informeremo più nel dettaglio). Molti sono i modi per collaborare a questo progetto a partire dalla destinazione del 5x1000 che saremo invitati a conferire in fase di dichiarazione dei redditi. Destinate il  5x1000 a Cascina San Vincenzo e invitate i vostri amici e conoscenti a farlo! Ci stiamo impegnando affinché l’associazione sia il più vicino possibile ad essere una grande famiglia , ed essere famiglia significa che nessuno viene abbandonato o dimenticato. Il nostro augurio è che il futuro possa riservarvi una strada senza ostacoli e  un cielo senza nuvole.


...dai "grandi" di Cascina S. Vincenzo .. 

Ecco alcune delle foto che il gruppo dei grandi di Cascina S. Vincenzo ha condiviso ... come sempre, andrà tutto bene e ridiamoci su con Federico e Andrea ..



Federico al lavoro con le pulizie e la cucina






e Franci al lavoro per preparare i biscotti ed i muffins





dalle nostre famiglie ... per stare in famiglia 

Ecco alcuni altri ragazzi di Cascina S. Vincenzo che si uniscono agli altri ... Martin e Rayan




ed ecco Giulia alle prese con i preparativi per la festa del papà







CASCINA S. VINCENZO SI RIORGANIZZA : RIPRENDIAMO LE ATTIVITA' ... IN REMOTO 

La situazione è ormai chiara: con questa infezione dovremo conviverci ancora per un po'. Come già scrivevamo siamo abituati ad imparare nuovi strumenti e strategie e non ci devono fare paura "le novità": ci stiamo quindi riorganizzando.
Di seguito alcune immagine condivise dai nostri operatori in contatto, ma da remoto, con le diverse famiglie e i loro ragazzi.







I ragazzi al lavoro: un grande lavoro sopratutto delle loro mamme e dei loro papà.









Proprio in questi momenti di difficoltà il supporto alle famiglie è importante: tutte le famiglie sono state quindi contattate, i Referenti di ciascuno sono a disposizione per telefono e alcune attività sono in fase di avvio da remoto.
Vi manterremo aggiornati sui dettagli.


STOP alle ATTIVITA' di CASCINA S. VINCENZO 

Conformemente alle disposizioni emanate dalle autorità nazionali e regionali in merito al limitare lo spostamento di persone all'interno del territorio unicamente ai casi di necessità urgente, tutte le attività di Cascina S. Vincenzo sono al momento sospese.
La Segreteria rimane a disposizione il mattino per eventuali chiarimenti al consueto numero telefonico.
Gli operatori referenti sono a disposizione delle famiglie per eventuali consulti telefonici.

L'Equipe e il Consiglio Direttivo dell'Associazione raccomandano a tutte le famiglie di seguire al meglio tutte le precauzioni che sono state suggerite. E' certamente difficile e faticoso gestire i nostri ragazzi speciali con queste limitazioni, ma lo sarebbe ancora di più in caso di ricovero.
Sappiamo rimboccarci le maniche, abbiamo imparato alcuni strumenti e strategie e non ci devono fare paura "le novità". Ne siamo abituati, i nostri ragazzi non ce le risparmiano.
Avanti allora con tutta la serenità e la tranquillità possibile: solo così potremo vedere l'alto monte come una collinetta e superarlo non sarà così impossibile.

Un arrivederci a presto.

Il Presidente Efrem Fumagalli





<<Prima <Indietro | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | Altre notizie> Ultima>>